Fisioterapia Lugano

Orari : Lun. / Ven.: 7.30 / 19 - Sab. su appuntamento
  Tel. : +41786198324

Disturbo temporo mandibolare (ATM)

Che cosa si intende per disturbo temporo mandibolare?
Il disturbo temporomandibolare (ATM) è un termine ampio che comprende i disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare e le sue strutture anatomiche associate.

Il disturbo può essere intra-articolare, a causa di infiammazione, cambiamenti strutturali interni (squilibrio interno) o degenerazione, oppure può essere extra-articolare a causa di squilibrio o iperattività dei muscoli della mascella, i muscoli della masticazione e muscoli cervicali.

Esiste una forte correlazione tra disfunzione posturale del rachide cervicale e ATM ed esistono numerose altre condizioni che possono causare dolore nella regione dell’ATM.

È importante fare una diagnosi accurata per garantire che venga somministrato il trattamento corretto e che i problemi potenzialmente gravi non vengano trascurati.

Riabilitazione temporo mandibolare

Cosa comprende la valutazione?
La Valutazione come per tutte le aree della fisioterapia, comprende un anamnesi prossima e remota completa.

L’esame dovrebbe includere la valutazione della postura del paziente (posizione della mascella, della lingua e del collo); palpazione dell’ATM per valutare gonfiore, spasmi muscolari e rigidità o ipermobilità di una o entrambe le ATM; valutazione della gamma e della qualità del movimento della mascella e del collo, in particolare rilevando qualsiasi deviazione o deflessione della mascella e valutazione del morso del paziente.

Importante è Controllare anche i segni di bruxismo del sonno (digrignamento o contrazione durante il sonno).

Se il paziente ha indagini strumentali, questi possono fornire maggiori informazioni sulle condizioni dell’articolazione e del disco.

Come avviene il trattamento?
I Trattamenti conservativi non invasivi si sono rivelati efficaci.

Il trattamento fisioterapico è molto efficace nell’alleviare e gestire le disfunzioni, anche quando i sintomi sono di lunga data e gravi.

Con una fisioterapia appropriata, la maggior parte dei pazienti vedrà un miglioramento significativo dei propri sintomi entro 3-6 settimane. Il trattamento deve affrontare i problemi identificati nella valutazione. Se i sintomi del paziente sono acuti e infiammatori, è probabile che la sua condizione sia irritabile e si dovrebbe procedere molto delicatamente con l’obiettivo di alleviare prima il dolore, il gonfiore e lo spasmo muscolare con l’obiettivo di iniziare a ripristinare il movimento e l’allineamento.

Il trattamento può includere il rilascio dei tessuti molli e i muscoli interessati e tecniche di mobilizzazione articolare.

È anche importante valutare e trattare qualsiasi dolore al rachide e mal di testa associati.

La correzione della postura è essenziale e dovrebbe riguardare la posizione della testa, del collo, delle spalle e della lingua.

Al paziente dovrebbero essere insegnati esercizi per migliorare la coordinazione, la stabilità e l’allineamento della mascella.

Se il paziente ha segni di bruxismo durante il sonno si può valutare insieme agli altri professionisti del settore se un tutore occlusale sarebbe appropriato per lui.

Questo può aiutare a rilassare i muscoli della mascella e ridurre il gonfiore e l’infiammazione.

Ci sono alcune prove a sostegno dell’uso di bite per ridurre la degenerazione a lungo termine dell’ATM, del disco e dei denti.

fisioterapia - Riabilitazione temporo mandibolare

Potrebbe essere necessario affrontare anche altri problemi dentali, come le carie, che causano dolore o masticazione irregolare, mancanza di altezza dentale o denti mancanti.

Al paziente dovrebbero essere insegnate strategie per gestire la loro condizione. Ciò può includere l’educazione alla postura, la continuazione a lungo termine del loro programma di esercizi a casa, buone abitudini di sonno comprese le posizioni per dormire, la gestione dello stress e la modifica della dieta: una dieta con cibi morbidi mentre la condizione è acuta può aiutare a ridurre il dolore e il gonfiore più rapidamente.

Al paziente dovrebbe anche essere insegnato come ridurre lo stress sull’ATM evitando attività come appoggiare il mento sulla mano, masticare la matita, serrare la mascella mentre è sveglio, mangiarsi le unghie.

Dovrebbero evitare cibi gommosi, gomme da masticare, mangiare cibi che necessitano di un’ampia apertura come grandi hamburger e masticare cibi duri come noci e mele.