Trattamento del dolore acuto e cronico

Si parla di dolore cronico se dopo la fase del dolore acuto la sensazione dolorosa perdura, viene meno la sua utilità biologica e diviene essa stessa vera e propria malattia.
È un dolore che dura almeno per 3 mesi o che comunque permane oltre il tempo normale di guarigione. Può determinare modificazioni affettive e comportamentali, può condurre a invalidità o disabilità, con il rischio di incidere negativamente sulla qualità di vita e sulle perfomance lavorative.
Conoscere i meccanismi che stanno dietro a questi fenomeni è fondamentale per gestire e superare questo tipo di problemi.